Raggio Verde
Lecce
via Federico D'Aragona, 4
339 4038939
WEB - EMAIL - LINEA DIRETTA
Alessandro De Simone
dal 25/3/2006 al 5/4/2006

Segnalato da

Antonietta Fulvio


approfondimenti

Alessandro De Simone



 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




25/3/2006

Alessandro De Simone

Raggio Verde, Lecce

Il titolo suggerisce un forte richiamo allo scultore greco. Il binomio Oriente- Occidente visto nell'ottica dell'incontro tra culture viene filtrato attraverso l'opera dall'artista.


comunicato stampa

La vernice di Prassitele

Dietro la sigla A/6600798 si nasconde l'identita' di Alessandro De Simone artista neretino che espone dal 25 marzo al 5 aprile nelle sale espositive dell'associazione Raggio Verde di Lecce in via Federico D'Aragona,4.

Un titolo, ''La vernice di Prassitele'', che suggerisce il forte richiamo allo scultore greco (autore tra l'altro della Venere di Cnidia che ha il primato di raffigurare un nudo femminile) e, in particolare allo strato sottilissimo di venice che Prassitele stendeva generalmente sulle sue sculture.

La vernice che, sui veli in organza di Alessandro De Simone alias A/6600798, diventa terreno di incontro tra l'antico e il contemporaneo, la classicita' di Prassitele e lo sguardo sugli eventi drammatici del nostro presente. Una scelta non casuale: il contesto storico in cui si trovo' ad operare l'artista greco fu segnato da una profonda crisi della democrazia ateniese e l'incubo delle invasioni persiane, ed egli stesso fu testimone della crisi del rapporto idilliaco uomo-natura. L'evocazione al tormentato rapporto tra Occidente e Oriente che per certi aspetti ritorna, ancor oggi e ci rimanda alla crisi attuale, agli scenari dettati in questi ultimi anni dal terrorismo, dalle guerre in Bosnia, in Afghanistan, in Iraq...e ai numerosi conflitti ancora tristemente aperti nei diversi angoli del mondo.

Nella mostra, il rimando in particolare - precisa l'artista - e' alla produzione dei ''Satiri'' di Prassitele perche' se da un lato mi interessa l'aspetto dionisiaco dell'arte, la spinta irrazionale che e' dietro ogni gesto, proprio l'evocazione della figura sbilanciata dei Satiri mi ha rievocato le immagini del film 'Viaggio a Khandar' del regista iraniano Mohsen Mahakmalbaf, dove attraverso gli occhi delle donne afgane si entra in contatto con il loro mondo, nelle loro drammatiche esistenze segnate dalla violenza della guerra e ci si rende conto anche delle difficolta' con le quali devono operare i medici di Emergency''.

La vista di bambini mutilati dalle mine esplose con inaudita violenza non lascia indifferente l'artista che in qualche misura cerca con la sua arte di far scaturire nel fruitore la riflessione sulle tante vite ai margini del nostro tempo.

Il binomio Oriente- Occidente visto nell'ottica dell'incontro tra culture viene filtrato attraverso l'arte che puo' forse restituire agli uomini il senso vero della vita
La mostra sara' presentata dal prof. Alberto Nuzzolo, docente di decorazione Accademia di Belle Arti di Brescia e architetto che ha curato l'allestimento e videoproiettera' alcune immagini che faranno da scenografia all'evento espositivo. Un evento arricchito dall'intervento di Patricia Howell che leggera' alcuni stralci tratti da ''I monologhi della vagina'' per un omaggio all'autrice Eve Ensler. - Antonietta Fulvio

Raggio Verde
via Federico D'Aragona, 4 - Lecce

  Share
IN ARCHIVIO [20]
Presentazione libro
dal 21/7/2006 al 21/7/2006

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede