Accademia di Francia - Villa Medici
Roma
viale Trinita' dei Monti, 1
06 6761291, 06 67611 FAX 06 69921653
WEB - EMAIL - LINEA DIRETTA
Villa Aperta
dal 7/7/2009 al 20/9/2009
10-19, Riposo: lunedi
06 67611
WEB
Segnalato da

Enrica Steffenini



approfondimenti

Neville Rowley



 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




7/7/2009

Villa Aperta

Accademia di Francia - Villa Medici, Roma

L'Accademia di Francia a Roma apre le porte del palazzo cinquecentesco di Villa Medici per far conoscere la sua storia e le sue tradizioni e al tempo stesso mostrare per la prima volta luoghi notoriamente chiusi al pubblico, come le stanze del primo piano dipinte nel XVI secolo da Jacopo Zucchi o gli appartamenti privati del direttore dell'Accademia, restaurati da Balthus all'epoca del suo lungo mandato e di cui verranno esposti alcuni disegni e dipinti. Inoltre in programma per i mesi di luglio e agosto la rassegna 'Cinema in Musica' con un omaggio a Nino Rota, la Notte dei Pubblivori, e il Festival di Musica Barocca.


comunicato stampa

a cura di Neville Rowley

Per la prima volta, l'Accademia di Francia a Roma apre eccezionalmente le porte di Villa Medici durante tutta la stagione estiva, con una grande mostra sul patrimonio della Villa, con il cinema all'aperto e molti concerti. LA MOSTRA VILLA APERTA, da venerdì 10 luglio a domenica 20 settembre 2009, racconterà la storia e la vita di questo palazzo cinquecentesco, alla scoperta di spazi mai aperti prima al pubblico, collezioni antiche inedite, ed opere di artisti di ieri e di oggi.

Dopo l’apertura quotidiana dei giardini, l’Accademia di Francia a Roma apre le porte del palazzo cinquecentesco di Villa Medici con la mostra VILLA APERTA, a cura di Neville Rowley, per conoscere la storia e la tradizione di un posto, per alcuni ancora da scoprire, e al tempo stesso mostrare per la prima volta luoghi notoriamente chiusi al pubblico, come le stanze del primo piano dipinte nel XVI ̊ secolo da Jacopo Zucchi o gli appartamenti privati del direttore dell’Accademia di Francia, restaurati da Balthus all’epoca del suo lungo mandato e di cui verranno esposti alcuni disegni e dipinti.

Gli spazi espositivi della Villa racconteranno la storia del palazzo, attraverso il materiale d’archivio conservato per lungo tempo dall’Accademia: dai rilievi architettonici alla serie dei famosi ritratti dei pensionnaires dipinti nel XIX ̊ secolo, dalle sculture di Carpeaux alle incisioni del Piranesi. Corrispondenze epistolari, fotografie, dipinti antichi e contemporanei, disegni, bozzetti, caricature, ecc illustreranno la vita all’interno di un luogo a lungo pensato come ad una fortezza, ma di cui oggi è possibile visitare ogni suo angolo e conoscerne i suoi misteri attraverso le diverse testimonianze dell’epoca.

Alcuni prestiti eccezionali andranno a completare il già nutrito materiale storico dell’Accademia di Francia, come ad esempio, le viste di Van Wittel, le opere di Henner, Hébert e Caillebotte, le fotografie Alinari che permetteranno di ripercorrere il cambiamento architettonico di Villa Medici lungo i secoli. Il presente ed il passato troveranno una forma di dialogo anche con l’esposizione di alcune opere degli artisti in residenza degli anni più recenti: da un ritratto di grandi dimensioni di Yan Pei-Ming - tra i maggiori protagonisti dell’arte contemporanea internazionale e di cui il Louvre gli ha da poco dedicato una mostra - che emula quelli della tradizione del secolo scorso, all’opera di Laurent Grasso - vincitore lo scorso anno del Prix Marcel Duchamp, quale miglior giovane artista che rappresenta la Francia nel mondo – video che mostra la sua visione del tramonto dal Pincio.

Fanno parte della mostra VILLA APERTA anche i giardini di Villa Medici, ancora più fruibili rispetto alle visite quotidiane, dove le statue sono state riposizionate dopo i restauri degli ultimi mesi, così come gli ermi che scandiscono gli storici quadrati del parco o il gruppo dei Niobidi in uno dei questi. Un nuovo atelier accoglierà i numerosi gessi realizzati dagli artisti in residenza nel corso dei secoli, il più antico dei quali risale all’epoca di Luigi XIV. Inoltre, sempre nei giardini, nello storico e misterioso luogo definito lo Studiolo, Anne e Patrick Poirier, due artisti a lungo in residenza all’epoca di Balthus, proporranno un’opera che mette “in luce” gli affreschi di questa stanza piena di fascino.

Il pubblico sarà in parte accompagnato in un lungo percorso espositivo, con visite guidate bilingue in italiano e francese, che comprenderà gli interni del Palazzo con la visita delle stanze del Cardinale Ferdinando I de' Medici e quelle dell’attuale direttore Frédéric Mitterrand.

Luoghi aperti al pubblico: Gallerie di Villa Medici, stanze private del palazzo, giardini, Atelier di Balthus, Gipsoteca, Studiolo.

La mostra VILLA APERTA sarà accompagnata da due pubblicazioni complementari edite da Electa: un volume sul patrimonio storico e architettonico di Villa Medici e sulla collezione permanente, con i testi di autorevoli studiosi, e una guida sui prestiti concessi appositamente per questa mostra.

Al catalogo della mostra VILLA APERTA e alla guida di Villa Medici hanno contribuito: Marc Bayard, Cécile Beuzelin, Carlo Gasparri, Michel Hochmann, Christophe Henry et Aude Henry-Gobet, Vincent Jolivet, Annick Lemoine, Marylène Malbert, Christophe Leribault, Christiane Pinatel, Pierre Pinon, Cécile Reynaud, Neville Rowley, Hélène Vuillermet.

CINEMA
IL CINEMA IN MUSICA tre settimane di proiezioni all'aperto, da lunedì 13 a mercoledì 29 luglio 2009, con l'omaggio ai film d'opera, ai compositori francesi e alle musiche di Nino Rota con la proiezione della trilogia integrale de Il padrino. A conclusione del ciclo cinematografico, i Traffic Quintet si esibiranno in un concerto sulle colonne sonore dei classici del cinema, a cura di Alexandre Desplats e Ange Leccia per le immagini. Inoltre, a corredo della rassegna, un evento speciale dedicato agli appassionati di pubblicità, La notte dei pubblivori, quasi sei ore di abbuffata pubblicitaria con 360 spot di oltre 50 paesi diversi.

Film proiettati in 35mm, in versione originale con sottotitoli in italiano.
Ingresso Cinema
Intero: 7 euro, Ridotto: 5 euro

EVENTO FUORI PROGRAMMA: LA NOTTE DEI PUBBLIVORI
Sabato 25 luglio 2009
ingresso 5 euro

EVENTO DI CHIUSURA DEL CINEMA ALL’APERTO
Concerto del TRAFFIC QUINTET Venerdì 31 luglio 2009
ingresso Concerto: 31 luglio
Intero: 10 euro, Ridotto: 8 euro

MUSICA
FESTIVAL DI MUSICA BAROCCA, da martedì 4 a mercoledì 28 agosto 2009, con un ciclo di 4 concerti di musica barocca durante il mese di agosto con Ensemble di grande prestigio internazionale negli straordinari giardini rinascimentali.
Ingresso: Intero 15 euro, Ridotto: 12 euro

Info
Tel. 06 6761
http://www.villamedici.it

Ufficio stampa mostre Electa
Enrica Steffenini via Trentacoste, 7 20134 Milano tel. 02 21563433 fax 02 21563314 elestamp@mondadori.it

Ufficio stampa Villa Medici
Christine Ferry
Assistente
Ludovica Solari T. +39 06 67 61 291 stampa@villamedici.it

Inaugurazione Martedì 7 luglio 2009 ore 18.30

Villa Medici
viale Trinita' dei Monti, 1 Milan
Da venerdì 10 luglio a domenica 20 settembre 2009
Orari: 10.00 – 19.00 (continuato)
Riposo: luned
Ingresso: Intero: 12 euro, Ridotto: 8 euro

  Share
IN ARCHIVIO [197]
Cinemondo
dal 27/11/2014 al 3/12/2014
IN CORSO
I bassifondi del Barocco
dal 6/10/2014 al 18/1/2015

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede