Fortezza da Basso
Firenze
piazza Adua, 1
055 49721 FAX 055 4973237
WEB - EMAIL - LINEA DIRETTA
III Biennale Internazionale
dal 7/12/2001 al 16/12/2001
051 240314
WEB - EMAIL
Segnalato da

ESTER DI LEO




 
Invia
 ::  playlist  ::  calendario eventi




7/12/2001

III Biennale Internazionale

Fortezza da Basso, Firenze

...dell'Arte Contemporanea Città di Firenze. Partecipano circa 600 artisti, protagonisti delle più avanzate tendenze espressive, provenienti da tutto il mondo, per un totale di 44 nazioni partecipanti. Un momento di scambio di esperienze e un punto di incontro a livello mondiale tra gli artisti professionisti, i critici e il pubblico. Alcune opere usciranno dalle mura della Fortezza da Basso per coinvolgere l'intera città di Firenze con allestimenti in piazze cittadine.


comunicato stampa

Città di Firenze

Sotto il Patrocinio del Ministero degli Esteri
Promossa dal Comune di Firenze
Assessorato alla Cultura

Dal 7 al 16 dicembre prossimi si terrà a Firenze alla Fortezza da Basso, la terza edizione della Biennale Internazionale dell'Arte Contemporanea Città di Firenze.

La mostra è organizzata da Arte Studio e promossa in collaborazione con il Comune di Firenze, Assessorato alla Cultura.

Inoltre è sponsorizzata dalle Ferrovie dello Stato e da Associazioni culturali e governative di vari paesi quali Canada, Spagna, Irlanda, Messico, Venezuela e Stati Uniti d'America, che spesso hanno segnalato e reso possibile la partecipazione stessa degli artisti.

La direzione artistica è affidata allo storico dell'arte John T. Spike che si avvale di un comitato scientifico composto da quarantatre critici internazionali di cui fanno parte, tra gli altri, Alonso Rodrigo, Bruce Alistar Barber, Argelia Castillo, Minina Fernandez Navarro, Andreas Krock, Stanley Moss, William Liam Nelson, Elida Salazar, Barbara Rose, Francesca Romana Rossi, David Rubin.

Alla terza edizione della Biennale partecipano circa 600 artisti pittori, scultori, fotografi, artisti digitali e di video art, protagonisti delle più avanzate tendenze espressive, provenienti da tutto il mondo: dagli Stati Uniti all'America latina, dall'Europa alla Cina, dall'Australia al Giappone per un totale di quarantaquattro nazioni.

Questa Biennale, come le precedenti, ha carattere prettamente culturale e non di mercato, e si propone come un momento di scambio di esperienze e come punto di incontro a livello mondiale tra gli artisti professionisti, i critici e il pubblico.

La filosofia della Biennale fiorentina - di ospitare artisti di tutto il mondo senza pregiudizio di stile o di scuola, riservando così spazio anche alle forme etniche e tradizionali, e di dare un contributo di primissimo piano allo sviluppo dell'arte nel mondo - ha trovato favorevole accoglienza e unanime approvazione da parte di un sempre più ampio numero di personalità della cultura internazionale.

Infatti, molti artisti che espongono alla Biennale del 2001 sono sostenuti dai contributi di uno o più sponsor, da Enti culturali e dai Governi del loro Paese.

Scopo della Biennale, resa possibile anche grazie al concreto sostegno degli espositori stessi, è quello di offrire a molti artisti, giovani e meno giovani, più o meno noti, ma certamente tutti validi e dotati, la possibilità di esporre i loro lavori più recenti e di essere presenti nell'ambito di una vasta manifestazione espositiva che offre il più diffuso panorama delle forme e delle espressioni artistiche attuali.

Non vi è mai stato infatti un evento di carattere internazionale che abbia avuto un rapporto così diretto tra lo studio dell'artista e le pareti di una mostra.

Anche una personalità quale il Principe Carlo d'Inghilterra ha scelto di esporre dodici sue opere alla manifestazione rendendo così omaggio alla Biennale e alla sua filosofia.

Alcune opere usciranno dalle mura della Fortezza da Basso per coinvolgere l'intera città di Firenze con allestimenti in piazze cittadine.
Un esempio del coinvolgimento della città con la Biennale sarà un'installazione degli architetti finlandesi Casagrande & Rintala.
Dopo 60 Minute Man, realizzata alla Biennale di Venezia, Casagrande & Rintala regaleranno alla città un imponente muro circolare di 3,185 metri di altezza e di 6,37 metri di diametro che costruiranno usando come "mattoni" 15.000 libri, di argomento religioso, politico e filosofico provenienti da tutto il mondo - nessuno dei titoli avrà carattere offensivo - e che verrà eretto in Piazza della Repubblica.
Le misure del diametro dell'opera corrispondono al diametro della terra in scala 1:2001.

Per abbracciare nuove forme di espressione artistica la Terza edizione della Biennale aprirà lo spazio artconnected, sezione dedicata agli artisti digitali le cui opere verranno visualizzate su computer e grandi schermi.
Nello spazio artconnected verranno inoltre realizzate performaces inter-mediali di video pittura su proiezioni.

Come è consuetudine fin dalla sua prima edizione, sono previste diverse importanti manifestazioni collaterali a carattere storico, artistico e culturale che si terranno all'interno della Fortezza da Basso.

Al termine della manifestazione verranno assegnati da una giuria internazionale tre premi: il "PREMIO INTERNAZIONALE LORENZO IL MAGNIFICO" che andrà ai vincitori della Biennale Internazionale dell'Arte Contemporanea per la Pittura, per la Scultura, per la Grafica e per la fotografia digital-art;
il "PREMIO INTERNAZIONALE LORENZO IL MAGNIFICO ALLA CARRIERA" a quegli artisti che nel corso della loro lunga carriera hanno avuto particolari meriti artistici, mentre il "PREMIO INTERNAZIONALE CITTA' DI FIRENZE" verrà assegnato a personalità che si sono distinte nell'ambito della cultura.

La giuria è composta da VERONIKA BIRKE, già Vice-Direttrice dell'Albertina di Vienna, PASQUALE CELONA, Presidente della Biennale, STEFANO FRANCOLINI, Storico dell'Arte e Direttore Settore Restauro dell'Opificio delle Pietre Dure di Firenze, TERESA ORTEGA COCA, Professoressa di Storia dell'Arte Contemporanea dell'Università di Valladolid, la storica dell'arte messicana MATTY ROCA. BARBARA ROSE, nota critica d'Arte moderna, DAVID RUBIN, curatore del Contemporary Art Center di New Orleans e JOHN T. SPIKE, noto storico dell'arte e critico statunitense, Direttore della Biennale di Firenze.

Inaugurazione 7 dicembre ore 12.00

Apertura al pubblico dalle ore 14.30 del 7 fino al 16 dicembre

Orario unico Lun-Dom 10.30-19.30

Prezzo biglietto Intero Lit. 14.000

Organizzazione Arte Studio - Firenze

Presidente Biennale Pasquale Celona

Vice-Presidente Biennale Piero Celona

Direttore Biennale John T. Spike

Informazioni Arte Studio tel. 055 219262

Relazioni esterne Vito Abba

Ufficio Stampa:
Studio Ester Di Leo
tel. 055 22 39 07 fax 055 233 53 98

IL COMITATO SCIENTIFICO INTERNAZIONALE
Bruce Alistar Barber CANADA
Monica Bohm Duchen INGHILTERRA
Anthony Bond AUSTRALIA
Vito Campanella ARGENTINA
Argelia Castillo MESSICO
Fernando Nelson Castillo Baquero COLOMBIA
Vlasta Noshiro Cihakova REPUBBLICA CECA
Ricardo de Miguel Cristobal SPAGNA
Carol Damian USA
Diana De Chapa Castillo MESSICO
Patricia Dominguez Flores MESSICO
Leonel Jaramillo Estrada COLOMBIA
Blanca Garcia Vega SPAGNA
Miguel Gonzalez COLOMBIA
Klaus Groh GERMANIA
Harry Jeschofnig AUSTRIA
Andreas M.A. Krock GERMANIA
Luciano Lepri ITALIA
Wladimir Malevovic CROAZIA
Jay Moh COREA
Stanley Moss USA
Minina Fernandez Navarro ARGENTINA
William Liam Nelson USA
Angel Orensanz USA
Angelo Pantaleoni MESSICO
George Preston Nelson USA
Carmen Roxanne Robbin USA
Alonso Rodrigo SPAGNA
Luis Miguel Rodriguez VENEZUELA
Barbara Rose USA
Francesca Romana Rossi ITALIA
David Rubin USA
Dario Ruiz COLOMBIA
Adriana Salazar COLOMBIA
Elida Salazar VENEZUELA
John T. Spike USA
Raymond Steiner USA
David Stone USA
Martha Villafuerte MESSICO
Jana Wisniewsky AUSTRIA
Jay Lee Young COREA


Immagine: "Repose", Cojocaru Miriam

III Biennale Internazionale dell'Arte
Contemporanea città di Firenze
Firenze, Fortezza da Basso

  Share
IN ARCHIVIO [47]
Salone dell'arte e del restauro
dal 13/11/2014 al 15/11/2014

Attiva la tua LINEA DIRETTA con questa sede